Energia in Movimento

Sviluppo e approfondimento di studi naturistici ed esoterici
Riflessioni

Sintetizzare e semplificare

marzo16

E’ nel mio modo di essere semplificare e sintetizzare, mi annoiano i discorsi complicati e prolissi.
Dico ai miei allievi: “Se vi vengono proposti discorsi complicati fate attenzione, probabilmente la complicazione è in colui che vi sta parlando”.
Cercate la semplicità e pretendetela, usate e pretendete un linguaggio chiaro e immediatamente comprensibile. Tutto il resto appartiene all’inganno.

Quanto detto mi sembra ovvio e banale, ma, riflettendoci,tanto ovvio e banale non è. La sintesi, la semplicità, il linguaggio chiaro, è quello che cerco di praticare nei miei corsi.
Esiste l’argomento ed il modo di proporlo.
Non si sceglie una disciplina, ma un insegnante.
Nella mia scuola l’aspirante allievo , prima di iniziare il corso, deve conoscere l’insegnante, cioè me. L’insegnante sceglie l’allievo e l’allievo sceglie l’insegnante.
Questo riconoscimento reciproco è essenziale per iniziare un percorso insieme in cui la figura dell’allievo e dell’insegnante tenderanno man mano a scomparire per diventare soltanto un camminare insieme per un tratto di strada.
Per un tratto di strada perchè il fine è fare in modo che l’allievo, quanto prima, sia in grado di camminare da solo.
Questo è per me il vero significato di “Superare il maestro”, che non è diventare più bravo,ma non averne più bisogno.

Un bravo insegnante rende autonomo l’allievo, dove “autonomia” significa fidarsi di se stessi, autonomi nel pensiero, nelle azioni.
Quando il pensiero dell’insegnante è lineare, semplice, efficace, l’allievo chiarisce se stesso.
Non sono le molte parole che fanno un buon insegnante, ma le parole giuste e vere.

In pranoterapia l’insegnamento tecnico ha un valore secondario, quello che è fondamentale è che l’insegnante sia di aiuto e guida per uscire dalle gabbie della mente.
Il mio insegnamento segue una traccia, ma viene inventato momento per momento.

Non insegno pranoterapia per professione, lo faccio perchè mi piace.

scritto da: admin | No Comments »

Alcuni infiniti sono più grandi di altri

dicembre30

 

infinito

Quest’anno niente auguri, niente speranze per un 2014 ricco di …tutte quelle belle cose che si augurano a fine anno.

Niente auguri e speranze e neanche proponimenti, ma un’esortazione:

riprendiamoci quello che ci spetta!

 

A cominciare dalla consapevolezza delle nostre infinite possibilità, la consapevolezza che meritiamo una vita appagante, gioiosa, felice, meravigliosa.


I tempi sono maturi per un cambiamento cosmico.


Oggi si cambia la storia, oggi può avvenire ciò che non è mai accaduto prima.

Questo riguarda prima di tutto noi, la nostra consapevolezza, ciò che meritiamo, la nostra storia, ma i tempi sono maturi perché ciò avvenga a livello universale, i tempi sono maturi perché ogni essere umano, animale, vegetale, possa cominciare a vivere una vita degna di essere vissuta.

Non perdiamo l’occasione, in un anno può accadere ciò che non è accaduto in millenni.

In questi anni di percorso insieme abbiamo visto accadere, nella nostra vita, cose che non erano mai accadute e che pensavamo non potessero avvenire.
 

L’impossibile è nella nostra mente,
nel nostro campo energetico esistono infinite possibilità.

Nel 2014 possiamo essere ciò che
sempre abbiamo desiderato essere.

 

Carlo Renzi

 
 

 

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Carlo Renzi … ci metto la faccia!

dicembre28

Carlo Renzi

 

Da circa 30 anni esploro il mondo delle energie sottili cercando un rapporto più intimo e diretto con l’universo che ci circonda e ci penetra.

Con il dovuto rispetto e gratitudine per le varie discipline e letture con le quali sono venuto a contatto, mi considero un autodidatta, nel senso di credere che la vera conoscenza nasca dall’esperienza personale.

 

 

Mi ritengo sganciato da qualsiasi scuola, filosofia, religione.

Dal 1996 insegno Pranoterapia nella scuola dell’Associazione Culturale “Centro Luce” della quale sono fondatore e Presidente.

L’Associazione, tramite la scuola ha lo scopo di fornire gli strumenti perché ognuno possa fare la propria esperienza nell’infinito e affascinante mondo delle energie sottili.
 

Gran parte del mio impegno è finalizzato alla guarigione, in primo luogo di se stessi poi di tutto ciò che ci circonda a cominciare dai nostri simili, ma anche animali, piante ambienti in cui viviamo e tutto ciò che ha energia.

Vivo a Capena (Roma) dove insegno e svolgo l’attività di pranoterapeuta.

Carlo Renzi

 

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Chi sono io

dicembre27

airone


Su questo sito e sulla nostra pagina Facebook non trovate informazioni prese da libri, da altri siti, o, comunque acquisite altrove.

Questo spazio nasce per proporre la mia esperienza e quella del mio gruppo, che da 18 anni facciamo ricerca nel campo dell'energia.

A volte, troverete delle discrepanze fra quello che leggete qui e quello che potreste trovare altrove.
Non voglio dire che io ho sempre ragione e gli altri sempre torto, ma soltanto che io sono uno sperimentatore sganciato da qualsiasi scuola, filosofia, religione.

Ho l'abitudine di sperimentare tutto, di cercare dentro di me gli strumenti per farlo e di insegnare, a chi volesse imparare, ad usare tali strumenti.
Se affermo qualcosa sui chakra, sui corpi sottili, sull'energia in genere è perché ho toccato, visto, udito, annusato, gustato.

Questo spazio non nasce per vendere corsi, terapie o libri.
Non ho l'obiettivo di allargare la cerchia dei seguaci, non ho nessuno, se non me stesso, a cui rendere conto.

Tutto questo mi rende totalmente libero di esprimere il mio pensiero e proporre la mia esperienza.
Non voglio convincere nessuno, non voglio dimostrare niente, voglio soltanto mettere a disposizione di tutti le conoscenze che in questi anni ho acquisito.

Credo che la condivisione della conoscenza faccia bene a me e a tutti coloro ai quali mi rivolgo.
Ciò che non condivido si inaridisce e muore.

Questo è il cibo che metto sulla tavola del cenone di fine anno e di tutti i giorni che seguiranno.

Carlo Renzi

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Incoerenza

agosto30

Si può provare ad ingannare se stessi, trovando giustificazione alla propria incoerenza, a volte si ha la sensazione di riuscirci. Quello che non si può ingannare è il campo energetico.
L’aura e i chakra non sono dei giudici, sono la nostra parte saggia.
Se si prova a ingannare se stessi il campo energetico se ne accorge immediatamente, l’aura diventa opaca, i chakra cominciano ad agitarsi per ritrovare un equilibrio turbato, si spostano si deformano, si alterano.
Conseguenza di tutto ciò è l’angoscia, l’ansia, anche l’energia fisica ne risente, ci si stanca facilmente, non si ha voglia di fare, si perde interesse anche per gli aspetti più belli della vita, si diventa irritabili e depressi o abulici o iperattivi per non avvertire l’angoscia e l’ansia.
L’incoerenza non è così innocua come potrebbe sembrare ma produce una serie di alterazioni.
Read the rest of this entry »

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Incontro con Carlo Renzi

giugno24

Venerdì 28 giugno alle ore 18:00,
presso la Libreria XXSmall a Monterotondo (RM),
Piazza del popolo, 5,
avrà luogo la conferenza tenuta da Carlo Renzi,
pranoterapeuta e insegnante
dell‘Associazione Culturale Centro Luce,
dal titolo “Pranoterapia, energia in movimento”.

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Dalla parte dell’agnello

marzo25

Durante l’Haggadah, la cena pasquale del rituale ebraico, veniva mangiato, fra gli altri cibi, l’agnello.
Del poco che oggi conserviamo di quella cena tradizionale, oltre l’uovo è rimasto proprio l’agnello.
Fra le due tradizioni ci fu una cena pasquale e un messaggio di amore per tutte le creature che ha cambiato il mondo, ma che, evidentemente, non è valsa a porre fine all’uccisione degli agnelli.

Read the rest of this entry »

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Condivisione

marzo10

Un saluto a tutti gli amici di Energia in movimento, vorrei invitare tutti voi, ma soprattutto chi ha già frequentato o completato il Corso di Pranoterapia, ad usufruire liberamente dello spazio offerto da questa pagina per scrivere qualche vostro pensiero da condividere con gli altri, o per dare testimonianza della vostra esperienza come pranoterapeuti. La strada che stiamo percorrendo insieme ci porta sempre più spesso ad approfondire la nostra conoscenza sia professionale che interiore. Sono certa che ognuno di noi ha dei bei pensieri da condividere con tutti. Sappiamo che ogni nostra esperienza, anche piccola e semplice, può aiutare anche altri nel proprio percorso. Quindi non siate timidi, esprimete i vostri pensieri scrivendo nei commenti qui sotto o, cosa anche molto gradita e utile, commentate gli scritti di Carlo Renzi. Grazie!

P.S.: Vi informo che i commenti sono sottoposti a moderazione quindi non preoccupatevi se dopo aver scritto un commento lo vedete momentaneamente sparire.

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Natale naturale

dicembre24

A Natale ce stà la tradizzione
de scambiasse l’auguri e fasse doni,
poi l’arbero, er presepio, er panettone,
s’ariccomanna d’esse un po’ più boni,
che nun se magna carne ch’è peccato,
ma ce se po abbuffà senza arifiato.

Secondo me c’è troppa confusione.
Mo l’arbero e er presepio vanno via,
via puro li regali e er panettone,
via tutta ‘sta finzione d’allegria.
Rimane er bambinello e gnente attorno,
Lui sprenne più der sole a mezzoggiorno.

Posso inventà er Natale che me piace,
fatto de gioia, amore, d’allegria
e d’armonia che, poi, vole dì pace.
Nun diteme che questa è un’utopia,
ce basta ritrovà semplicità
pe comincià a smiccià la verità.

Se guardi er Bambinello t’ammaestra.
Se voi rinasce Lui te pia pe’ mano
e, come er direttore de un’orchestra,
riporta l’armonia ‘ndo c’è baccano.
Auguro a tutti voi pè ‘sto Natale
de rinasce a una vita naturale.

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

… dalla pietra all’essere umano

novembre9

Vero Maestro è colui che riesce a creare un rapporto d’amore reciproco con gli allievi e fra gli allievi.
Questo è possibile se riesce a dare un insegnamento che, trascendendo la cultura tradizionale, riesce a comunicare la vera conoscenza che c’è nella tradizione, quello che, nonostante tutto rimane in ogni pensiero, in ogni atto dell’essere umano.
A volte questa essenza è più palese, altre più nascosta, ma c’è in ogni respiro, in ogni vibrazione.
Se riesce a fare questo, ha comunicato quel quid comune a tutti gli esseri viventi, dalla pietra all’essere umano ed è quello che realizza l’unione.
Raccolti intorno a questo, l’amore reciproco e con tutto il creato è la logica conseguenza.
Questo và osservato in qualsiasi insegnamento.
Se ci rendiamo conto che c’è, seguiamolo fino alla morte, cioè, per l’eternità, perchè in questa forma di conoscenza la morte non esiste.

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Lo sformato di patate e la consapevolezza dell’atto

ottobre23

Noi definiamo creazione, o realtà, o concreto, in contrapposizione con astratto, tutto ciò che riusciamo a percepire.
Ne consegue che, tanto più riusciamo ad ampliare la nostra capacità percettiva, tanto più la nostra realtà, il nostro concreto, la creazione, si arricchirà di elementi.
Logicamente, poi, finiamo per organizzare la nostra vita sulla base di ciò che noi definiamo, soggettivamente, realtà.
Se non ho, ad esempio, esperienza dell’esistenza delle patate non potrò mettere nel mio menù lo sformato di patate.
Read the rest of this entry »

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Se incontrate qualcuno così …

ottobre16

Vera saggezza è essere se stessi.
Colui che ci appare saggio è qualcuno capace di esprimere il proprio pensiero senza condizionamenti, o, almeno, con molti meno condizionamenti di noi.
Il saggio ci invita a guardare oltre, oltre le nostre chiusure, in questo modo l’oltre ci accorgiamo che è molto vicino, addirittura dentro di noi.
Il vero saggio fà questo, non ci mostra la verità, ma ci fa vedere la gabbia nella quale ci siamo infilati fuori dalla quale ci sono le risposte.
Il vero saggio non dà risposte, ma ti dice: “la risposta è dentro di te”, può fare il miracolo di aprirti gli occhi, poi sta a noi guardare.
Se incontrate qualcuno così ditemelo che ci vado subito!

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Voglia di sperimentare

ottobre15

Se è vero quello che dice la scienza che noi conosciamo solo il 5% dell’universo, allora mi viene da pensare che probabilmente, conosciamo il 5% di tutto il conoscibile, il 5% della quercia di fronte casa, il 5%del funzionamento del mio corpo, il 5%, in definitiva di tutto ciò che pensiamo di conoscere e a volte, di conoscere molto bene.
Io ritengo ad esempio, di conoscere la pranoterapia, forse, al massimo, ne conosco il 5%, è vero che questo mi basta per ottenere qualcosa di buono, forse se riuscissi a raggiungere il 5,1% entrerei in un’altra dimensione di fare quello che faccio.
Questo punto di vista non mi scoraggia assolutamente, anzi, accresce la mia voglia di sperimentare e di conoscere e mi fa vivere il fascino di essere quasi un pioniere, uno dei primi esploratori, pensate che noia se sapessi che tutto il conoscibile è già stato conosciuto.

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

A tavola con un vecchio amico

ottobre12

La lista degli alimenti nocivi si allunga sempre di più, ogni giorno se ne sente una nuova, non è mai una buona nuova. Allora ci rifugiamo nelle varie diete vegetariana, macrobiotica, crudista, ayurvedica, nella ricerca degli alimenti naturali, delle coltivazioni biologiche che confusione!
… mangiare sano è diventato complicatissimo.
Read the rest of this entry »

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Energia in movimento

ottobre5

L’energia, non quella elettrica o derivante dal petrolio, o simili, ma quella , per intenderci, molto più sottile, che dà vita ad esseri umani, piante, animali e minerali.
Tanto si è scritto e detto sull’argomento in questi ultimi anni.
Nella maggior parte dei casi, ritenendo di parlare di energia, si finisce per disquisire unicamente sulle varie forme che essa assume.
Vogliamo intendere, per energia, quel qualcosa da cui tutto ha avuto origine.
Read the rest of this entry »

scritto da: Carlo Renzi | No Comments »

Luoghi comuni

settembre19

 

In questi anni di pratica e di insegnamento, mi sono reso conto che la maggior parte delle informazioni che circolano riguardo la pranoterapia sono dei luoghi comuni infondati.
Questi luoghi comuni fanno apparire la pranoterapia qualcosa di complicato e, a volte, pericoloso.
Noi sappiamo che non è così.
Ho voluto fare un elenco di tali luoghi comuni intitolato:

NON E’ VERO CHE:

… esistono energie negative
… il pranoterapeuta assorbe energie negative
… il pranoterapeuta puo’ prendere i mali dei suoi pazienti
… il pranoterapeuta facendo pranoterapia si scarica
… il pranoterapeuta deve avere le mani calde
… il pranoterapeuta guarisce con il calore delle mani
… il pranoterapeuta debba operare con i piedi scalzi o suole di cuoio per scaricare a terra l’energia o ricaricarsi dalla terra
… certi tipi di tessuti o i colori dei vestiti dei pazienti possano ostacolare la terapia
… il paziente deve rivolgere la testa, se è disteso, o lo sguardo, se è seduto, a nord
… se il paziente non sente l’energia, la terapia non è efficace
… esiste una mano sempre radiante e una sempre assorbente
… essere pranoterapeuti è un dono riservato a pochi
… ricevere trattamenti di pranoterapia possa interferire negativamente con altre terapie
… si possano avere i centri energetici (chakra) chiusi (sarebbe incompatibile con la vita)
… continua …

Carlo Renzi
scritto da: Carlo Renzi | No Comments »