Energia in Movimento
Sviluppo e approfondimento di studi naturistici ed esoterici

Natale naturale

dicembre24

A Natale ce stà la tradizzione
de scambiasse l’auguri e fasse doni,
poi l’arbero, er presepio, er panettone,
s’ariccomanna d’esse un po’ più boni,
che nun se magna carne ch’è peccato,
ma ce se po abbuffà senza arifiato.

Secondo me c’è troppa confusione.
Mo l’arbero e er presepio vanno via,
via puro li regali e er panettone,
via tutta ‘sta finzione d’allegria.
Rimane er bambinello e gnente attorno,
Lui sprenne più der sole a mezzoggiorno.

Posso inventà er Natale che me piace,
fatto de gioia, amore, d’allegria
e d’armonia che, poi, vole dì pace.
Nun diteme che questa è un’utopia,
ce basta ritrovà semplicità
pe comincià a smiccià la verità.

Se guardi er Bambinello t’ammaestra.
Se voi rinasce Lui te pia pe’ mano
e, come er direttore de un’orchestra,
riporta l’armonia ‘ndo c’è baccano.
Auguro a tutti voi pè ‘sto Natale
de rinasce a una vita naturale.

scritto da: Carlo Renzi

Email will not be published

Website example

Your Comment: